Cahiers de l’ORC – Quaderni dell’ORC

Collection « Cahiers de l’Observatoire du Récit Criminel » 

Collana «Quaderni dell’Osservatorio del Racconto Criminale»

Luigi Pellegrini Editore – Cosenza

Direction / A cura di Manuela Bertone, Antonio Nicaso, Donato Santeramo

Cette collection a pour but de présenter les travaux menés dans le cadre de l’Observatoire du Récit Criminel, équipe de recherche du LIRCES de l’Université Côte d’Azur de Nice, où travaillent des chercheurs de plusieurs secteurs disciplinaires, partageant l’exigence de recueillir, organiser, analyser et diffuser des matériaux concernant la représentation et le storytelling des mafias.

La collana intende proporre alla lettura gli studi condotti nell’ambito dell’Osservatorio del Racconto Criminale, unità di ricerca del LIRCES dell’Université Côte d’Azur di Nizza in cui convergono esperti appartenenti a vari settori scientifici che condividono l’esigenza di raccogliere, organizzare, analizzare e diffondere materiali relativi alla rappresentazione e allo storytelling delle mafie.

 

Cette collection est publiée en partenariat avec le Department of Languages, Literatures and Cultures de Queen’s University de Kingston (Ontario, Canada).

La collana è l’esito di un partenariato scientifico con il Department of Languages, Literatures and Cultures della Queen’s University di Kingston (Ontario, Canada).

 

Comité scientifique / Comitato scientifico

Felia Allum, University of Bath

Maria Soledad Balsas, CONICET – Universidad Nacional de la Matanza

Daniele Cananzi, Università Mediterranea di Reggio Calabria

Giancarlo Costabile Università della Calabria

Nicola Gratteri, Magistrato

Alessandro Leiduan, Université de Toulon

Antonella Mauri, Université de Lille

Charlotte Moge, Université Jean Moulin Lyon 3

Marcello Ravveduto, Università di Salerno

Veronica Vegna, University of Chicago

 

Rédaction scientifique / Redazione scientifica

Université Côte d’Azur – Nice

Céline Masoni, Lia Perrone

 

Premier ouvrage / Primo volume: Out of Italy. Immagini e racconti delle mafie del mondo, dirigé par/a cura di Manuela Bertone, Lia Perrone.

«Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene». Sono parole che vengono da lontano, che ben si attagliano allo spirito con cui questo volume è stato costruito: sono parole del giudice Paolo Borsellino, scomparso il 19 luglio 1992, assassinato da Cosa nostra, insieme a cinque dei poliziotti della sua scorta, in circostanze note. Abbiamo voluto fare nostra l’esortazione che contengono, perché le mafie, per prosperare, pur mettendosi episodicamente in mostra distraendosi e distraendoci attraverso varie attività di sfoggio, hanno soprattutto bisogno del nostro silenzio, della nostra disattenzione: e noi rispondiamo utilizzando la parola scritta, quella meno effimera, quella di cui perdurano più a lungo le tracce, contribuendo ad alimentare la dimensione civile del sapere e della conoscenza.

 

 

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search